ULTIME CALCIO NAPOLI, LA “SFIDA”

E’ la sfida delle sfide, e Napoli per una settimana mantiene il fiato sospeso e guarda le ultime calcio Napoli sui siti d’informazione sportiva in vista della partita delle partite da tempo immemore.

ULTIME CALCIO NAPOLI

Ultime Calcio Napoli su Il Napoli Online

Ultime Calcio NapoliNoi restiamo sintonizzati su Internet per parlare di formazioni, per dribblare polemiche facili. La verità è che dietro il big match Napoli – Juventus c’è sempre qualcosa in più. Non riguarda l’essere primo in classifica, non riguarda chi sarà la capolista domenica prossima, non riguarda Sarri e Allegri e nemmeno la sfida tutta argentina tra el Pipita Gonzalo Higuain e il giovane bomber bianconero Dybala. Per gli azzurri, e per tutta la città, il match contro la torinese è da sempre occasione di riscatto sociale. La sfida tra nord e sud, tra borboni e sabaudi, tra l’operaio settentrione e l’operoso meridione.

Spiegare Napoli – Juventus è sempre stato complesso a un non napoletano. Non è un match, è quasi rivalsa lunga nei secoli. Basti pensare che sulle vittorie della compagine di Aurelio De Laurentiis allo Juventus Stadium sono stati scritti libri, trattati sociologici, tesi di laurea. Una rivalità particolarmente sentita all’ombra del Vesuvio e che solo la maturità di una tifoseria che negli ultimi anni ha recuperato credito e ora è presa da esempio ed è stimata da mezza Europa (vedi le affermazioni di Clarence Seedorf o la splendida risposta ai cori razzisti laziali al grido di “Siamo tutti Koulibaly”) ha permesso di non far derivare in pericolosi cameratismi.

Mancano una manciata di ore e la città sembra sospesa tra la terra il cielo come cantava Pino Daniele, oggi un po’ di più. Il Napoli si avvicina a questa partita con parecchie certezze: una vetta solida ma a rischio, una forza mai avuta negli ultimi anni, una sicurezza che permette di evitare scivoloni contro le cosiddette piccole. Mister Sarri è pronto a schierare la sua formazione tipo. Pochi dubbi. Non è l’esame, l’ennesimo esame: questa è la tesi di dottorando.

P.S. Auguri al nostro Enrico che oggi compie 31 anni.

TIFOSI NAPOLI DOC: SAL DA VINCI

Intercettato da Il Napoli Online, che da sempre racconta le storie e le emozioni di tifosi Napoli speciali, Sal Da Vinci confessa che sarebbe più che gioioso, praticamente entusiasta, di vedere una sua canzone cantata al San Paolo, dalla Curva A e dalla Curva B, come fosse inno Napoli degli azzurri.

TIFOSI NAPOLI, LA MIA CANZONE? FOSS’ ‘O DDIO

Sal Da Vinci, tifosi Napoli Doc (courtesy of <a href="http://www.ilnapolionline.com>Il Napoli Online</a>)

Sal Da Vinci, tifosi Napoli Doc (courtesy of Il Napoli Online)

Diciamolo, scrivere una canzone per la propria squadra del cuore e sentirla intonare ai 60mila del San Paolo sarebbe un sogno per tantissimi, un modo per sentirsi parte in un gruppo. Un onore concesso a Nino D’Angelo, che per anni è stato l’inno del Napoli con il suo “Quei ragazzi della curva B” e recentemente al compianto Pino Daniele dove, qualche giorno dopo la sua scomparsa – sempre prematura – nell’intero San Paolo riecheggiò la sua “Napule è”.

In un’intervista rilasciata al sito d’informazione sul Calcio Napoli, il cantante napoletano Sal Da Vinci palesa un po’ la sua voglia di entrare nel novero di questi grandissimi nomi commentando così alla domanda: “Una canzone che vorresti dedicare al Napoli?” posta dalla giovane giornalista Francesca Flavio.

Foss’ ‘o Dio – la risposta di Da Vinci – e non aggiungo altro“. Il riferimento, nemmeno troppo velato, è un augurio alla squadra di mister Sarri guidata da Higuain e Insigne, è a eventuali e scaramanticamente non citati direttamente grandi traguardi che potrebbero raggiungere gli azzurri in questa stagione campale che sta regalando comunque vada grandi soddisfazioni. Soprattutto, un gioco difficilmente espresso negli ultimi, comunque soddisfacenti e ambiziosi, anni.

Il cantante partenopeo ha belle parole per Lorenzo Insigne, augurandogli grande successo per l’avventura europea. Sempre che mister Antonio Conte risolva il suo problema con il fantasista, screzi nemmeno troppo nascosti sottopelle che derivano probabilmente da un numero di abbandoni di ritiri di Lorenzo il Magnifico che possono essere interpretati come scarso attaccamento alla maglia azzurra, quella della Nazionale. Non certo quella del Napoli, per cui Insigne giocherebbe anche con una gamba sola. L’articolo completo.

 

NOTIZIE CALCIO NAPOLI: 5 IN EUROPA

Prestazioni come quella dell’altroieri in Europa League sono belle notizie calcio Napoli per i tifosi azzurri, che possono sostenere a maggior ragione, senza Higuain e Pepe Reina in campo tra l’altro, che quella con il Bologna è stata solo una brutta battuta d’arresto.

IL RE E’ STATO SICURAMENTE DRIES MERTENS. Ma anche Callejon che sembra ritrovare il gol solo in Europa League ci ha fatto gioire come non mai. Non è notizia calcio Napoli ormai che Insigne è leader e vede la porta come pochi in Italia, ma quella bella invece riguarda il giovane Chalobah, che in una partita che aveva senso solo per le straordinarie statistiche (il Napoli è l’unica in Europa a punteggio pieno dopo i gironi di qualificazione) ha stupito tutti e ha impreziosito la sua prestazione con un gol di altissimo livello. Come scrive Gabriella Calabrese su Il Napoli Online:

Chalobah, notizie Calcio Napoli

Chalobah (courtesy of Il Napoli Online)

I movimenti della linea d’attacco, con Insigne falso nueve, aprono molti spazi agli inserimenti dei centrocampisti azzurri tanto che, un tiro di David Lopez, innescato da Mertens, si infrange sulla traversa, mentre una penetrazione centrale con tanto di dribbling e tunnel di Chalobah porta al vantaggio azzurro. Bella rete del sierralionese che dimostra di avere il passo ed i tempi di gioco da centrocampista vero, unendo qualità e quantità.

Il 5-2 secco rifilato al Legia Varsavia era comunque la risposta che si attendeva dal team di Maurizio Sarri che ora attende al San Paolo la Roma alla ricerca di riscatto, in una partita che rischia di essere – dopo gli scontri che hanno coinvolto i polacchi – ad alto rischio per l’accesa rivalità tra le due tifoserie e i cori razzisti di giovedì. Fatti che non c’entrano nulla con lo sport e che speriamo non rovinino una bella gara e un momento che resta comunque idilliaco e sereno per tutti gli sportivi napoletani.