ULTIMISSIME CALCIO, SOLO DUE TURNI A SARRI?

Ultimissime, ultimissime e ancora ultimissime calcio. Abbiamo veramente atteso tutti con il fiato sospeso titoli di questo tipo…

Ultimissime Calcio su Maurizio Sarri

Maurizio Sarri fuma nervosamente.

ULTIMISSIME CALCIO

Tra le ultimissime calcio ecco la squalifica di due turni a Maurizio Sarri

Diciamo che siamo stati in ansia in tantissimi, nei giorni scorsi ad apprendere dalle ultimissime calcio con refresh continui ai siti informazione Calcio Napoli per conoscere il destino dell’amatissimo quanto “operaio” allenatore del Napoli Maurizio Sarri. Mentre Aurelio de Laurentiis ADL non si esprimeva e Roberto Mancini rincarava, il fiato era sospeso per tantissimi tifosi napoletani.

Alla fine, la decisione del giudice sportivo è stata “assurda” ma giusta, nel senso che la carta recita così: non si è trattato di discriminazione. Per assurdo, per trattarsi di discriminazione, Roberto Mancini avrebbe dovuto essere davvero omosessuale – e non ribadiamo i termini “finocchio” e “frocio” perché sull’argomento abbiamo davvero rasentato il barile e raschiato fino a toccare la base del pavimento.

Diciamo che è stata la grazia dal cielo che i tifosi Napoli, tutti i supporter azzurri, hanno chiesto ognuno al suo personale santo di riferimento. La gara di Coppa Italia, che fortunatamente non era una gara di Serie A, ha però mostrato temi tattici di cui non si è parlato a dovere, visto il ribaltone mediatico della querelle Sarri – Mancini. Il Napoli ha evidenziato una squadra B in affanno. Gabbiadini e Mertens non hanno brillato, ma soprattutto Mirko Valdifiori non è sembrato a noi di certo il migliore in campo. Peccato, perché il Napoli sembrava una macchina da guerra in piena regola in questo periodo e, probabilmente, ai punti avrebbe comunque meritato la vittoria davanti alla corazzata Inter che più che attaccare sembra volersi arroccare come negli scacchi, con il Re Handanovic che anziché farsi difendere ormai difende tutti gli altri, parando l’impossibile. Beffe, controbeffe e altre beffette varie per una serata storta che non deve far dimenticare però, soprattutto allo spogliatoio che sembra essere forte dopo mesi di equilibri delicati pronti a spezzarsi, che il Napoli deve difendere un primato, il sogno di uno scudetto che farebbe diventare piccoline anche le ultime Coppa Italia e Supercoppa messe in bacheca. Una parola che non si poteva pronunciare in città fino a ieri e che oggi invece si sussurra (pur sempre a bassa voce).

Sarri non ci sarà, per due gare (di Coppa Italia, in campionato ci sarà). Mancini invece sì, il tecnico che comunque aveva minacciato e spergiurato in diretta tv ha avuto solo una multicina da 20mila euro.