Radiocronaca Napoli, frementi per il ritorno di Champions

La radiocronaca Napoli – Real Madrid è sicuramente uno dei modi che hanno i non abbonati Mediaset Premium per vedere l’attesissimo match di ritorno di Champions League. I tifosi del Napoli non stanno più nella pelle. Oltre alle radio ufficiali è possibile seguire le dirette web e i web stream, le dirette Twitter e i siti di informazione sportiva.

I siti che parlano di tuttomercato Napoli e delle prestazioni degli azzurri al comando di mister Sarri del resto sono già prontissimi per garantire la copertura mediatica giusta per un evento che in città è vissuto come epico.

Radiocronaca Napoli – Real Madrid

radiocronaca napoli real madrid hamsik wikicommonsQuindi, via con l’attesa crescente in città! Del resto i tifosi hanno già invaso le strade – si veda ieri l’arrivo del Real Madrid a via Carbonara. Non si parla d’altro e in attesa del calcio d’inizio di stasera alle 20:45 c’è solo da decidere come guardare il match. O ascoltarlo per i meno fortunati.

Il Napoli deve ribaltare il 3-1 dell’andata. Una remuntada come la chiamano gli spagnoli che è difficile, ma non certo impossibile. Anche per questo, si sa, il calcio è bello.

Per provare l’impresa, via al tridente leggero che tanto spettacolo sta dando quest’anno in campionato. Avanti giocheranno Mertens, Insigne e Callejon con Milik pronto ad essere impiegato a partita in corso.

Per arginare gli attacchi di Cristiano Ronaldo e compagni, il Napoli si affiderà alla solita retroguardia, con Pepe Reina tra i pali e difesa a 4 con (da destra a sinistra) Hysaj, Koulibaly, Albiol Ghoulam. A centrocampo dovrebbe esserci spazio per Zielinski a scapito di un Rog in forma strepitosa. Nonostante questo, è probabile che il mancato impiego del polacco contro la Roma nell’ultima emozionante gara di Serie A fosse dettato proprio dalla voglia di mister Sarri di impiegarlo nella competizione europea per eccellenza. Altro grattacapo riguarda il ruolo di playmaker con Diawara leggermente favorito su Jorginho. Nessun dubbio invece sull’impiego di capitan Marek Hamsik, pronto a guidare i suoi compagni in un match che – comunque vada – sarà un successo.

Radiocronaca Napoli, le migliori sul web

Nell’era dello streaming imperante e delle pay-tv, inutile dire che la Radiocronaca Napoli ha ancora il suo fascino. I più anziani di noi ricorderanno la magia della radiolina la domenica pomeriggio con Tutto il calcio minuto per minuto. Oppure, in viaggio, con la radio dell’auto accesa. Una magia di tempi andati in cui a gruppetti ci si radunava sotto le finestre o ai bar e le azioni erano solo immaginate, in attesa di 90simo minuto non prima delle 18:00. E il nostro amato Calcio Napoli finiva sempre tra le ultime partite di cui mamma Rai trasmetteva la sintesi…

La Radiocronaca Napoli viaggia su Internet

Ora c’è la pay-tv, ma non tutti hanno la possibilità di streaming lunghi. O si consumano i giga, senza wi-fi.

Esistono delle app, che però forniscono giusto una sintesi striminzita o dei dati statistici della partita in corso. Poi, c’è l’immancabile Twitter, che con i suoi hashtag è diventato uno dei canali preferiti di chi vuole sapere dei gol di Mertens Higuain in tempo reale.

Oltre che per seguire Pepe Reina e i suoi tweet, chiaramente.

Da questo punto di vista, però, probabilmente il “servizio” migliore lo offrono i tantissimi siti d’informazione sportiva. Soprattutto quando si tratta di Napoli, c’è un universo di siti che sono davvero meticolosi nel raccontare cosa accade in campo.

In diretta su internet ci sono anche le web-radio che ormai sopperiscono in tutto e per tutto a quelle originali. Insomma, le informazioni sul Calcio Napoli ti seguono ovunque tu vada. Anche se, in verità, a Napoli almeno le azioni salienti – camminando in città – sono praticamente di pubblica diffusione. Quando il Napoli segna sovente si sente un urlo comune in tutta la città. Addirittura, in alcuni casi particolari i sismografi hanno registrato sussulti della terra. Per non parlare di chi abita nelle vicinanze del nostro amato stadio San Paolo.