Radiocronaca Napoli, frementi per il ritorno di Champions

La radiocronaca Napoli – Real Madrid è sicuramente uno dei modi che hanno i non abbonati Mediaset Premium per vedere l’attesissimo match di ritorno di Champions League. I tifosi del Napoli non stanno più nella pelle. Oltre alle radio ufficiali è possibile seguire le dirette web e i web stream, le dirette Twitter e i siti di informazione sportiva.

I siti che parlano di tuttomercato Napoli e delle prestazioni degli azzurri al comando di mister Sarri del resto sono già prontissimi per garantire la copertura mediatica giusta per un evento che in città è vissuto come epico.

Radiocronaca Napoli – Real Madrid

radiocronaca napoli real madrid hamsik wikicommonsQuindi, via con l’attesa crescente in città! Del resto i tifosi hanno già invaso le strade – si veda ieri l’arrivo del Real Madrid a via Carbonara. Non si parla d’altro e in attesa del calcio d’inizio di stasera alle 20:45 c’è solo da decidere come guardare il match. O ascoltarlo per i meno fortunati.

Il Napoli deve ribaltare il 3-1 dell’andata. Una remuntada come la chiamano gli spagnoli che è difficile, ma non certo impossibile. Anche per questo, si sa, il calcio è bello.

Per provare l’impresa, via al tridente leggero che tanto spettacolo sta dando quest’anno in campionato. Avanti giocheranno Mertens, Insigne e Callejon con Milik pronto ad essere impiegato a partita in corso.

Per arginare gli attacchi di Cristiano Ronaldo e compagni, il Napoli si affiderà alla solita retroguardia, con Pepe Reina tra i pali e difesa a 4 con (da destra a sinistra) Hysaj, Koulibaly, Albiol Ghoulam. A centrocampo dovrebbe esserci spazio per Zielinski a scapito di un Rog in forma strepitosa. Nonostante questo, è probabile che il mancato impiego del polacco contro la Roma nell’ultima emozionante gara di Serie A fosse dettato proprio dalla voglia di mister Sarri di impiegarlo nella competizione europea per eccellenza. Altro grattacapo riguarda il ruolo di playmaker con Diawara leggermente favorito su Jorginho. Nessun dubbio invece sull’impiego di capitan Marek Hamsik, pronto a guidare i suoi compagni in un match che – comunque vada – sarà un successo.