Matrimonio sulla spiaggia Napoli, un evento per te

Matrimonio sulla spiaggia Napoli, come organizzarlo? Diventa molto importante per tutte le spose informarsi sulla giusta location per un matrimonio spettacolare. Come fare a trovare il posto giusto, quello che può valorizzare ancora di più una giornata che sarà ricordata per tutta la vita come uno dei momenti più importanti mai vissuti? Ecco, proprio perché quello che importa è lasciare a se stessi e agli altri il racconto di una giornata unica e indimenticabile, è importantissimo scegliere una location che sia unica e incantevole, la sola che davvero renda il tutto ancora più speciale.

Matrimonio sulla spiaggia Napoli, quello che devi sapere

Allora quello che conta, in definitiva, è cercare di unire il gusto e ala ricercatezza a un luogo che ti faccia sentire a proprio agio, nel giorno più indimenticabile della propria vita. Cercare quindi una location all’altezza delle aspettative è qualcosa di fondamentale se non si vuole rischiare di arrivare impreparati a un momento così determinante nella propria vita e in quello dello proprio sposo, facendo sfoggio della propria felicità con tutte le persone più care, quelle che ci hanno sostenuto e che ci hanno amato rendendo questo giorno così emozionante e commuovente. Una location che ci permetta di condividere con gli altri matrimonio sulla spiaggia Napoli dal Nabilah. Bordo piscinala gioia e tutto l’amore per coloro che si ama, con la propria famiglia e quello dello sposo riunita, oltre chiaramente a tutti gli amici che verranno invitati e che avranno l’occasione di festeggiare con noi. Scegliere una location giusta quindi, è l’unico modo per vivere al meglio questa giornata e per scoprirne di più, anche gli strumenti del web permettono una grande mano, dandoci il modo di scoprire una location che sia in grado di esprimere anche un matrimonio sulla spiaggia Napoli, per una cerimonia diversa e più bella, così coome l’hai pensata e così come la volevi.

Calcio Napoli: non è solo una questione di sport

calcio napoli Il Napoli OnlineIl calcio Napoli non è solo una passione sportiva, ma un universo a parte in cui tutto può succedere. Il punto però che in parte, il calcio Napoli è anche attenzione alla propria città e a quello che succede in essa. In particolare da anni si sta cercando di intervenire in quello in che è il problema della restituzione degli spazi dedicati allo sport a Napoli. L’altro ieri il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, nel corso della diretta Facebook sulla pagina di Repubblica Napoli, intervistato da Conchita Sannino, chiudendo di fatto la lunga querelle Regione-Comune di Repubblica ha detto: “Consegneremo le chiavi dello stadio Collana alla Regione. Vedremo se Palazzo Santa Lucia sarà in grado di fare una buona gestione dell’impianto”.

Ha poi continuato: “A noi sta a cuore garantire e preservare la fruizione pubblica del Collana – ha detto de Magistris -. Daremo le chiavi alla Regione e vedremo se Palazzo Santa Lucia riuscirà a fare, insieme ai privati, una buona gestione. Saremo garanti di tutto, è un impianto che ci sta a cuore e continuo a credere che la svolta sia inserire il Collana nel programma delle Universiadi. In due anni, con i fondi stanziati, cambierebbe volto. Intanto consegneremo le chiavi, così nessuno potrà dire che il Comune di Napoli rallenta i tempi”.

Calcio Napoli: che ne sarà dello stadio Collana?

Il ricordo al Consiglio di Stato sembra dunque che non ci sarà. Lo stato verrà restituito alla Regione che potrà darlo in gestione all’ATI Collana, l’associazione aggiudicataria della gara regionale per la gestione della struttura vomerese per i prossimi 15 anni. Proprio nelle scorse ore varie personalità avevano auspicato la riconsegna del Collana, per permettere l’immediato inizio dei lavori di ristrutturazione. Il Calcio Napoli e tutti gli amanti dello sport beneficeranno a Napoli di una nuova struttura dedicata a questa passione.

 

CALCIO FEMMINILE, LE NEWS

Parliamo spesso del Napoli di Higuain e Sarri, ma “della” Napoli delle ragazze di Carpisa spesso ci dimentichiamo ma la verità è che il calcio femminile è una realtà in crescita nella nostra città. Le tartarughine stanno facendo ottime cose, tanto in prima squadra quanto in primavera.

CALCIO FEMMINILE E ATTENZIONE MEDIATICA

Calcio Femminile Carpisa Napoli primavera

Una foto della squadra di calcio femminile primavera della Carpisa

Questo perché sono poche le testate che si occupano meticolosamente dell’universo rosa del pallone, soprattutto all’ombra del Vesuvio. Tra queste citiamo la testata giornalistica “Il Napoli Online” il cui direttore Alessandro Sacco da sempre è attento al fenomeno e alla passione di tantissime ragazze che si avvicinano a questo sport.

Mentre la nazionale maggiore femminile, guidata da mister Cabrini, proprio oggi giocherà una delicata gara di qualificazione ai prossimi Europei contro la Svizzera, prima nel suo girone, l’universo del calcio femminile campano è in fermento. La primavera di Catalano, ad esempio, si sta facendo ben valere sui campi di calcio nazionali. E anche la prima squadra, in serie B, ben figura. Una serie B dove c’è anche la Domina Neapolis di Casalnuovo e tante altre compagini ben attrezzate. Nella stessa divisione (serie B girone D) c’è anche l’Acerrana.

Quello della Carpisa è un progetto a lungo termine che spera di essere di successo, per riportare il grande calcio femminile in città. Il presidente Carlino, patron della squadra che gioca al Collana al Vomero, tempo fa disse di avere un sogno, quello di portare la sorella di Manolo Gabbiadini, una delle giocatrici italiane di calcio più forti in circolazione, all’ombra del Vesuvio e per farla ricongiungere al fratello.  Nel frattempo, si crogiola del boom di iscrizioni per il settore giovanile, dimostrazione che in città la voglia di calcio non è mai troppa, non è mai saziata. Anche tra le gentil donzelle!